• Fuori dalle grandi mete: Cevo e la val Saviore

    Se siete tra gli appassionati della montagna in estate, a cui piacciono le escursioni e le passeggiate, ma non amate la calca e le grandi mete di villeggiatura, allora sicuramente Cevo è la meta che fa per voi.
    Cevo (BS) è un paesino della val Saviore, abbarbicato sulle pendici sud dell' Adamello, a 1.100 m s.l.m.

    Si tratta di un piccolo comune con poco meno di mille abitanti, ma offre un panorama mozzafiato e si presta come un'ottima partenza per alcune suggestive escursioni.
    Ospita inoltre il museo della resistenza e dal 2005 anche la suggestiva "croce del Papa"

    Suggestiva anche la piazza della memoria, dedicata alle vittime del olocausto.

    Diversi i percorsi per gli amanti delle escursioni, con la possibilità di cimentarsi in passeggiate di impegno differente.
    Qui vi propongo quelli che ho effettuato nelle mie vacanze estive, poco impegnativi e adatti a tutta la famiglia.


    Il "percorso della memoria", parte dal fondovalle in località Lorengo (511 m.s.l.m.) nei pressi della Strada Statale 42 e si inerpica lungo tutta la dorsale a nord del Comune di Berzo Demo fino all’area pic-nic in località Loa (1.195 m.s.l.m.).Il percorso lungo circa 5 km si serve della sentieristica esistente in un’area protetta dal Parco dell’Adamello di particolare valenza ambientale, storico e culturale, come testimoniato dalle evidenti tracce della Grande Guerra, essendo questi luoghi vicino all'allora confine Austro-Ungarico.
    Il sentiero si snoda tra strade militari, camminamenti, trincee, garrite, gallerie militari e mulattiere, permettendo di vedere i resti di un fortino e delle postazioni antiaeree.

    Da Cevo è possibile raggiungere anche il suggestivo "pian della regina"(2.682m), partendo dalla pineta del paese e seguendo per "Malga Corti" si percorre un facile sentiero acciottolato e sterrato che porta a passare per "località musna" dove si possono ammirare gli incantevoli fienili, per lo più ristrutturati e adibiti a baite.


    Proseguendo da Cevo si arriva a Fabbrezza, da dove, una volta lasciata l'auto, inizia una panoramica mulattiera che porta nella val Salarno e proseguendo in una dolce camminata, si raggiunge la Malga Macesso di Sopra (1935 m.) da dove si scorge la diga del lago di Salarno, proseguendo per un paio di ore, superando l'ultimo dislivello, si raggiunge la conca glaciale che ospita il lago e la sua diga.



    Infine, dal abitato di Valsaviore, in automobile si percorre una ripida salita, da cui si gode di un fantastico panorama e si raggiunge la malga Lincino, qui, posteggiata l'auto, si entra nella vallata da cui partono i gradoni che portano al rifugio "città di Lissone",

    si tratta di una salita abbastanza faticosa per chi è senza allenamento, ma la vista che si gode raggiungendo il rifugio ripaga dello sforzo, ci si può rigenerare con un buon caffè, e poi partire per la semplice passeggiata di un paio d'ore lungo la valle glaciale fino al rifugio "Baita Adamè" .



    Per ulteriori informazioni sul Paese di Cevo, gli eventi, l'ospitalità, il suo campeggio e i sentieri della val saviore
    http://www.comune.cevo.bs.it
  • Sponsor

  • Commenti Articoli

    nemenjerr

    Escursioni.it - Il progetto

    new balance womennew balance women's running shoes

    newbalance shoes on sale
    newbalance shoes... Vai all'ultimo messaggio

    nemenjerr 12-11-2018 08:27